PRIMO FUNERALE

“Primo Funerale” è l’occasione che mi sono dato per parlare di qualcosa di cui non avevo mai parlato prima in maniera così esposta.
Sono una serie di sensazioni che vengono dal passato che non trovano più spazio oggi nella mia vita se non che tramite un testo..ed ecco che il testo è arrivato. Un testo inizialmente non troppo crudo ma nel finale ci si lascia andare con una strofa da “contenuti espliciti” che può essere condivisa o meno ma che racconto il lieto fine di una vita ancora da scrivere.
Buona lettura 🙂

alec

PRIMO FUNERALE

Non leggerai mai
queste parole
francamente
oggi non importa
giusto quello che non sai
lo raccontavo agli amici
come se fosse niente
come hai fatto tu
hai preso la mia ingenuità
e l’hai bruciata
come se fosse niente
ma non sai ciò che ora tutti sanno
e non vedevi tutto quello che io vedevo
io fingevo di essere
ciò che volevo
perché di com’ero
io mi vergognavo
eri tu la prima
e tu per prima
mi hai tradito
mi hai tradito
prima ancora
di essere qualcosa
poi più che qualcosa
diventasti trauma infinito
è successo e
non lo hai mai saputo
di esser stata
la prima…
morte della mia vita
ero
un ragazzo cresciuto in casa
tra famiglia, tv, canzoni varie e Tiziano Ferro
di lui ti dedicai
se non erro
canzoni che
non abbiam mai vissuto
volevo fosse bello
ma più mi impegnavo
più facevamo schifo al cazzo
io ti dicevo sei bellissima
e tu aggiungevi un tassello
alla tua autostima
tu vivevi
una storia qualunque
io ti amavo e mi distruggevo
eri tu la prima
e tu per prima
mi hai tradito
mi hai tradito
prima ancora
di essere qualcosa
poi più che qualcosa
diventasti trauma infinito
è successo e
non lo hai mai saputo
di esser stata
la prima…
morte della mia vita
dopo di te sono certo
che tre è il numero perfetto
per quanto so
sono le volte che mi ha tradito
ti scoprivo
e per i modi in cui lo facevo
credevo di esser pazzo
perdonavo ma sospettavo
e ogni sospetto
non era mai smentito
riconosco che eri brava
ma anche io ho mentito
la terza volta che
ho detto di fidarmi
ho mentito
per tua fortuna
e non hai mai saputo
di esser stata
la prima morte della mia vita
la prima
come il primo viaggio
da solo
fatto grazie a te
sullo stesso treno
dove mi avevi tradito
come sfida a me stesso
a superare i miei traumi
è stato un invito
ad uscirne
un piccolo passo verso MI
verso me
verso ciò che sono oggi
se non fosse per te
magari avrei messo su famiglia
magari avrei una figlia
troia come te
che a 13 anni avrebbe fatto
pompini
a tre a tre
o magari mi sarei
diplomato, laureato
avrei lavorato
a tempo pieno
già da tempo fino ad oggi
senza aver tempo
per le mie passioni
ormai mutate
e non avrei incontrato
la persona che
mi ha aiutato
a tornare in vita
ti devo un favore quindi
non saprai mai
che
eri tu la prima
e tu per prima
mi hai tradito
mi hai tradito
prima ancora
di essere qualcosa
poi più che qualcosa
diventasti trauma infinito
è successo e
non lo hai mai saputo
di esser stata
la prima…
morte della mia vita

DOVE PORTANO LE RIME

DOVE PORTANO LE RIME

10 minuti per un testo
faccio presto
faccio questo
perché ho qualcosa da dire
per stupire
per poi dire
quanto odio la gente che non sa mentire
mi fa sentire stupido
mi fa sparire subito
perché non sono abituato alla sensazione di prenderlo in culo …
A pressione
che impressione
e tu miri proprio me
che precisione
è la tua missione
è la repressione
che porta al tradimento
“no aspetta rifaccio”
il tradimento e solo prostituzione
mascherata da passione
ho una passione
la mia passione è fare tutto l’opposto
lo faccio apposta ti penetro da dietro
supposta
è composta la mia mente
dire questa frase è come dire niente
qualunque mente è composta
ma solo certa gente è disposta a mostrarlo
a capirlo
a dirlo
e sentirlo
ti squillo
ti trillo
ti assillo
no non è vero
e son sincero
non ci spero
però
ti dò
un pò
di quel che so
non so agredire
troppo buono
non son soffrire
troppo sano
il rapporto con te
insano
certe storie son butano
sultano
puttana
mondana
di moda
modaiola
merdaiola
fondamentalmente
sola
il tuo lavoro
tra le lenzuola
mentre la mia mente
vola
lontano
e intanto
c’è chi mi prende la mano
e quando succede
mi sento come chi
sdraiato sul divano
resta rilassato
posato
ma poi movimentato
perché è nella mia natura
non sono mica come l’alcoll
denaturato
ho otturato
ho osservato
tutto ciò che mi è accaduto
lo scrivo nei testi
riassuntato
turbato
resto
ancora per qualcosa
mi fa un pò impressione
chi si mette in posa
in mille pose
da modella
da monella
“no dai un altra volta?!? Correggi”
ok allora da troia
pose da troia
sposa troia
spose troie
quasi tutte
quindi divorzio
ma non mi sposo io
perché non serve a me
serve solo a dio
a me serve capire
guardare
sentire
l’amore
non mi serve
firmare al comune
serve solo al comune
serve per spartire un bene
e a fallire per poi vendere tutto anche il pene
anche il seme
si sta insieme
per star bene
mica per tagliarsi
le vene
eppure c’è chi teme
di essere felice
c’è chi teme di restare in superficie
al mare
per respirare
e preferisce
affondare
annegare
e continuare
a mentire anzi ché
gioire
e io
queste parole
le vorrei scolpire
nella mia coscienza
e vorrei farne una scienza
esatta
ma esatto non c’è niente
quindi infondo siamo niente
facili prede di chi sa mentire
serpente
ma io non sarò il perdente della storia
perché questa è la mia storia e sarò vincente
ci metto la faccia
e per il momento chiudo la traccia.

DISGUSTO

DISGUSTO
Seduto nel cesso
cosa posso pensare?
a te
che mi fai solo vomitare
non so più respirare
per ciò che mi hai detto
e pensare che parlavi tanto male

di chi mi ha
ferito
poi però

per come ti comporti resto schifato
stai con lui dicendo che
sei innamorata ma
lui non sa che è cornuto,
sul serio mi vuole parlare?
Dai ci voglio parlare
gli voglio raccontare
di quando volevi montare
ma io che ho rispetto non t’ho assecondata
e sono disgustato dal tuo atteggiamento
dici insieme per sempre e poi dopo te ne vai
io sono disgustato da quest’ ultimo episodio
dici restiamo amici ma tu neanche c’è la fai
e continui a mentire a lui fingendo fedeltà
chissà come finirà
peccato io mi ero affezzionato
ma segui la tendenza ed io non vado più di moda
e dire che io ti ho accetta anche quando eri solo
una ragazina frustrata
anche un po sfigata
che mandava foto nuda per farsi fidanzata
adesso sei signora?
ma se sei sempre malata
ed essere puttana è ormai nel tuo dna
e sono disgustato dal tuo atteggiamento
dici insieme per sempre e poi dopo te ne vai
io sono disgustato da tutto ciò che dici
dici restiamo amici ma tu neanche c’è la fai
e continui a mentire a lui fingendo fedeltà
chissà come finirà
nessuno sa le cose che di te so solo io
ma pensa se dicessi in giro le tue verità
nessuno ti starebbe accanto neanchè per pietà
ricordi?avevi pure dubbi sulla tua sessualità

non ci voglio pensare,non mi son preso male

non sono contro la gente omosessuale

sono solamente cotro di te che mi fai cagare

quindi tutto ciò che ti riguarda

lo schifo

ti schifo

lo scrivo

ci credo

lo penso

ha senso

e tu

mi fai senso

e nessuno può capire quanto
sono disgustato dal tuo atteggiamento
dici insieme per sempre e poi dopo te ne vai
io sono disgustto da tutto ciò che dici
dici restiamo amici ma tu neanche c’è la fai
e continui a mentire a lui fingendo fedeltà
chissà come finirà
e se mi vedi da lontano non provarmi a salutare
e se poi ti senti sola non chiamarmi al cellulare
se lo fai è un pò una maledizione
e inizierai a bruciare
ci credi veramente?
dai l’ho detto per scherzare
al massimo se mi cerchi non mi potrai rintracciare
sparisco per maggia te lo posso assicurare
ma se vuoi venire?

be masturbati mia cara

sei una gran sfigata

ti piace una persona e l’ammazzi di legnate

ricordi quando mi hai lanciato dalle scale

ora zittà puttana

non ti devi avvicinare

mi odii?

si dai resta li add’odiore

che tanto il tempo è tuo

e lo puoi sprecare

a me non me niente me ne può fregare

ma non riesco a far passare il disgusto

e sono disgustato dal tuo atteggiamento
dici insieme per sempre e poi dopo te ne vai
io sono disgustto da quello che dici
dici restiamo amici ma tu neanche c’è la fai
e continui a mentire a lui fingendo fedeltà
chissà come finirà.
GIUGNO 2011,LUGLIO2011,SETTEMBRE2011,GENNAIO2012

MI VOGLIO COSI’

Volevo spiegare a chi è riferito questo testo..ma voglio lasciare un alone di mistero.vediamo in quanti capiranno e in quanti.purtroppo.fraintenderanno.

MI VOGLIO COSI’
C’è quel che penso
che sovrasta
il mio umore
è solo amore per me
non lo capirai mai
ma lo capisco io
e mi basta adesso
fa lo stesso
se mi dici
che non sono più lo stesso
ma mi vuoi venire a dire
chi è il coglione che non cambia?
Chi non cambia resta indietro
e tu sei li rimasta ferma
anche se prima ero io dietro te
e imparavo da te
e se lo vuoi sapere
sono quello di sempre
e basta
chi non lo capisce no
non mi conosce
tu non mi conosci
io mi sento di cambiare
e mi voglio così
io mi voglio così
no
non cambio per te
cambio solo per me
e resterò solo a natale
ma
mi voglio così
per sempre così
come voglio io
mi chiedevo
se mai diventerò
come te
e non vorrei
fallirei
e mi pentirei
non te ne rendi conto
hai costruito un castello sul nulla
non mi cercare mai non serve
a nulla
ti voglio lontana
il più possibile
non chiedere l’impossibile
non dare colpe a me
sono quello di sempre
e basta
chi non lo capisce no
non mi conosce
tu non mi conosci
io mi sento di cambiare
e mi voglio così
io mi voglio così
no
non cambio per te
cambio solo per me
e resterò solo a natale
ma
mi voglio così
per sempre così
come voglio io
Non provarmi a giudicare
il tuo giudizio è vano
quando parli non sento
e di ciò che ho dato un po mi pento
ma non sono spento
al contrario
io mi difendo
e non demordo
anzi ti mordo
del tuo affetto
io me ne fotto
tanto è falso
se ci credessi sarei un pazzo
e alle domande strazio
che ti escono dal culo
io posso rispondere
soltanto
VAFFANCULO
sono quello di sempre
e basta
chi non lo capisce no
non mi conosce
tu non mi conosci
io mi sento di cambiare
e mi voglio così
io mi voglio così
no
non cambio per te
cambio solo per me
e resterò solo a natale
ma
mi voglio così
per sempre così
come voglio io
Anche se ti vedrò
ti ho già detto addio
e dentro di me
non ti do più quel nome
te lo vorrei dire
non è così che si ama
e non ti chiamerò più …

07/12/11 02:22

GOODBYE STRONZA

GOODBYE STRONZA
Cos’ era

è il citofono

chi cazzo è?

Mi affaccio dal balcone

ma guarda chi c’è

ci sei te

nella mia testa mi chiedo

cazzo vuole questa?

E poi

che cazzo vuoi?

Glielo dico in faccia

mi guarda storto

e quasi quasi si incazza

le rido in faccia mi giro

e sussurro

goodbye stronza

cosaa?

Goodbye  stronza

e già

goodbye stronza

hai capito bene

goodbye stronza

ci stai restando male?

aaah problemi tuoi cara

non venirmi a dire

che non te l’avevo detto

ormai il tuo posto è li

vicino al gabinetto

cosa pensavi ?

Che avevo solo te?

Ma da quando non ci sei me le scopo

a tre a tre

come mai non te ne fai una ragione

come mi dicevi sempre te a me

quasi piangi

ma ti sussurro…..

goodbye stronza

cosaa?

Goodbye  stronza

e già

goodbye stronza

hai capito bene

goodbye stronza

quando quelle notti stavo sveglio

tu non c’eri

questa è una di quelle

e non ci sei

la mia risposta alla tua assenza

te lascio scritta qua

nell’ attesa che tutto questo accada

il titolo è

goodbye stronza

cosaa?

Goodbye  stronza

e già

goodbye stronza

hai capito bene

goodbye stronza

però

però

ti dico grazie perchè

mi hai fatto capire

che neanche gli anni ci

possono insegnare ad amare

ma perchè amare ?

A che serve ?

Senza amore posso ancora respirare

quindi

goodbye stronza

cosaa?

Goodbye  stronza

e già

goodbye stronza

hai capito bene

goodbye stronza

non si dimentica il male

l’istinto non ti porta a farti male

mi hai ferito

hai preferito quegli stronzi dei tuoi

amici e quella cazzo di vita conforme

che vuoi

mi hai lasciato ad aspettarti nella pioggia

ma qui non posso mica restarci

corro anche io a ripararmi

prima che piovano cazzate

le tue

tu mi hai mentito sempre

e x questo non smettero mai di sussurrarti

goodbye stronza

cosaa?

Goodbye  stronza

e già

goodbye stronza

hai capito bene

goodbye stronza

fanculo stronza.

23/03/11 06:26

VAFFANMONDO [29.01.11 – 05.02.11 – 07.02.11]

Questo è il mio momento più duro
momento in cui griderò vaffanculo
ti dico quel che penso mondo e vaffanculo
Buona sera questo è Al3c è uno che non conosci
se sei abituato a me che sta in silenzio o che non ferisco mai, hai toppato di brutto oggi parla un altro questo è il mio giorno nuovo
ma che cazzo ridi vieni tu al mio posto..
Cosa sai fare ?
ballare in discoteca vestita da puttana
hai mai pensato che i miei silenzi siano intrisi di pensieri ma la verità è che tu non sai come si pensa e tu
perché giudichi?
Sai dare 4 calci a un cazzo pallone ti credi figo
non ti frega niente di chi ti ama
fai lo stronzo
e dai la colpa al testosterone
sarà che al posto della testa tu c’hai un pallone
cosa guardi?
hai mai pensato che se non scopo con 1 ragazza a settimana e solo perché ho ancora un pò di rispetto
io per le persone
ma che ci parlo a fare con te se tu ragioni con il
cah ah ah
bella questa
ci sono momenti in cui griderei questi pensieri
in un secondo ma la verità è che non serve mi si legge in faccia
la repulsione che ho verso gente così
perché per colpa vostra non ho la libertà di dire di fare di essere diverso
e più sono me stesso e più sono diverso
posso solo pensare e ora dimmelo che anche tu un pò mi odi
se siete abituati alle mie parole dolci in questo testo troverete cattiveria un pò per tutti
che fai ? Che fai?
Stai 24ore su facebook a pubblicare link d’amore
ma com’è che poi quando qualcuno ti da il cuore al posto di ricambiare glielo metti dritto in c
ed’è la falsità quella che non va’…gente che si vuole divertire a usare le persone e le loro emozioni
poi non ti lamentare se ti trovi a piangere solo nel tuo letto
la libertà la voglio la vogliono tutti
libertà
guai a chi me la tocca guai a chi mi comanda
guai a chi solo ci prova
<<marco vai immediatamente in camera tua>>
<<arrivo mamma>>
a 18 anni credi di avere il mondo in mano ma ciò che puoi avere in mano e solo il cazzo
è questo il tuo potere sparati una sega
la verità è che ormai il mondo è un puttanaio
che si è perso per sempre l’ordine delle cose
ragazza tredicenne con più uomini di una di 40 conosce il sesso meglio di ogni suo singolo dito
come? Non te n’eri reso conto? Ma che ci vuoi fare se tutto questo ormai a te sembra normale
ragazzo tredicenne erogato di play station ..cosa? Cosa?
È uscito un gioco nuovo?
Ma andatevene a cagare razza di coglioni
io odio proprio tutta la gente come questa che si moltiplica di notte e ogni secondo facendo apparire me come soggetto errato
ma tanto ve lo dico poco importa conta la sostanza in pratica vi fottero cazzo io vi fottero quando me meno te lo aspetti te lo pianto in culo e in quel momento io sarò già al sicuro fa fa fanculo … Io te lo dico sempre
dico vaffanculo
dico vaffanmondo
29.01.11 – 05.02.11 – 07.02.11
ci sto ancora lavorando su questa nota è particolare..e so già che non ha tutti piacerà ma è il mio pensiero..uno sfogo..sentimenti che vanno espressi come tutti gli altri..