CIAO

Questo è un testo senza rime, quasi più vicino a una riflessione ma con il ritornello. Nel testo parlo di tutte quelle volte in cui nella mia vita avrei avuto bisogno di sentirmi importante almeno per qualcuno ma nessuno me lo faceva capire quant’ero importante per loro: amici, parenti, ex, nessuno trovava tempo per dirmi che ero importante per loro e proprio quando non ci sono nelle loro vite capisco che invece ero essenziale e anche solo per un attimo tutti mi avrebbero voluto riavere e io li saluto tutti anche chi non mi saluta io gli dico “ciao” fermamente convinto che io non perdo nulla perdendo queste persone.
Spiegazione più approfondita sulla mia pagina Genius:
http://genius.com/Al3c-ciao-annotated
Buona lettura e “ciao” a tutti 🙂

CIAO

Guarda che bella giornata

non me ne frega nulla

tutto è perduto

no non è vero

io sono qui

mi trovo qui ad ascoltare

le brutte notizie

dall’ altra parte del mondo

ma da questa parte del mondo

non si vede niente

stiamo solo sacrificando

tutto quanto per poi dire

ciao

città ciao, parto da qua

è per anni non ci fermeremo mai

ciao

idee ciao, ne seguirò una sola

e a qualcuna dovrò dire ciao

e dirò ciao, a tutti ciao

anche a chi non mi ha salutato

gli dirò ciao

guarda che bella serata

passa in fretta un pensiero

ma resta ed è questo

che tutti hanno bisogno di me

ma nessuno lo ha mai detto

al momento giusto

quando mi serviva sapere che

ero importante per qualcuno ma

in quel momento

non c’era nessuno

sarebbe bastata una parola

ma non c’ è stata e sono andato via

come fan tutti prima o poi

sacrificando tutto per poi dire
ciao

amici ciao, parto da qua

è per anni non ci fermeremo mai

ciao

idee ciao, ne seguirò una sola

e a qualcuna dovrò dire ciao

e dirò ciao, a tutti ciao

anche a chi non mi ha salutato

gli dirò ciao
al mondo nuovo diremo ciao

anche da soli

che anche se soli

siam sempre insieme

senza nessuno a cui dire ciao

come stai

io ti pensavo

te lo dicevo

mi pensi ancora

pensami ancora

peggio per te

dovevi dirmelo allora:

ciao, come stai

ti vedo strano

guarda che solo non sei

non andare

per me sei essenziale

ma ci sono tempi e luoghi

questo è il tempo di dirsi ciao
ciao

città ciao, parto da qua

è per anni non ci fermeremo mai

ciao

idee ciao, ne seguirò una sola

e a qualcuna dovrò dire ciao

e dirò ciao, a tutti ciao

anche a chi non mi ha salutato

gli dirò ciao
14:16 8/8/14

COLPA TUA

Questo è un testo che parla da solo ma che spiegherò lo stesso.
In questo testo non me la prendo con nessuno a parte che con me stesso perché anche quando sono stati altri a provocarmi problemi la colpa è sempre mia, perché glielo permesso.
E nonostante tutto è colpa mia se mi sono fatti influenzare nella scelta degli studi, è colpa mia se non ho mai perso, appunto, tanto tempo con gli studi, è sempre colpa mia, e sempre propria la colpa non è mai degli altri perché siamo noi i padroni delle nostre vite.
Buona lettura 🙂

COLPA TUA

Non ascoltare mai nessuno

Nemmeno tuo padre

La paura di perderti

Gli fa da padre

Non ti allontanare da casa

Io ascoltavo

Ora lo so

Che avrei dovuto farlo prima

Non adesso

Dovevo darle niente amore

Solo sesso

Puoi dare la colpa a cento

Ma la colpa è solo di uno

Puoi dare la colpa a mille

Ma la colpa è solo di uno

Puoi prendertela con tutti

Ma non può aiutarti nessuno

Perché la colpa è solo di uno

È tua la colpa

Ossessione virale

Depressione totale

Mille notti a piangere

La voglia di morire

Una vita nuova di pacco

Mai sconfezionata

Bruciata

e ora questa cenere

vorresti venderla

per buona

ma più fine della sabbia

vola con un colpo di vento
e

Puoi dare la colpa a cento

Ma la colpa è solo di uno

Puoi dare la colpa a mille

Ma la colpa è solo di uno

Puoi prendertela con tutti

Ma non può aiutarti nessuno

Perché la colpa è solo di uno

È tua la colpa

A soli 15 anni il primo testo

Pensavo a 25 il successo

Non è mai arrivato
e

fino a Qualche Anno fa

ancora sognavo ad occhi aperti

ora sogno a piccole dosi

ma i sogni,anche piccoli,
li perdo per strada

perché non basta il tempo

continuo a scrivere

solo perché per me

è ancora come vivere

Puoi dare la colpa a cento

Ma la colpa è solo di uno

Puoi dare la colpa a mille

Ma la colpa è solo di uno

Puoi prendertela con tutti

Ma non può aiutarti nessuno

Perché la colpa è solo di uno

È tua la colpa

Ho mille colpe è solo una vita per perdonarmi

Mille sbagli e solo una vita per correggerli

Ho un minuto per scrivere l’ultima riga

È non mi basta

mi serve il tempo che ho perso

Ma no si può far nulla

Solo oggi capisco che

Siamo tutti utili

Ma nessuno è indispensabile

Quindi prima di ora tenevo tutti

È non buttavo nessuno

Ero sempre io quello scaricato

Quello affezionato

Ma è inutile sentirsi vittima

anche se sono vittima

io sono la vittima di me stesso

Puoi dare la colpa a cento

Ma la colpa è solo di uno

Puoi dare la colpa a mille

Ma la colpa è solo di uno

Puoi prendertela con tutti

Ma non può aiutarti nessuno

Perché la colpa è solo di uno

È tua la colpa

17:35  28 maggio 2014

C’ERI UNA VOLTA – TESTO 2011 CON MODIFICHE

Questo testo viene fuori dal mio Mac che non spulciavo da quasi 2 anni,era un testo incompleto quindi basandomi sullo stesso testo , ho aggiunto la strofa finale e l’ho chiuso.
Il testo parla di una storia che è ormai passato per me,infatti nell’ultima strofa c’è quasi distacco da tutto il resto del testo anche se l’intento era di tenere tutto collegato ma infondo questo distacco è una caratteristica positiva perchè rende il testo quasi cronologgico nei confronti delle esperienze vissute negli ultimi anni!
Buona lettura!

C’ERI UNA VOLTA

Tutto quello che so l’ho imparato col dolore

e non esiste gioia senza timore

stavo sempre fuori e aspettavo il sole

restare solo

mi disturbava

vivere no

non mi andava

e tu dove che andavi

forse mi odiavi

forse no

ma ti odiavi

non mi amavi

mi ferivi

e me ne andavo

poi sputavi

e ritornavo

adesso lo fai ma non funziona

sono avanti e ti disturba

e c’eri una volta

e ora non ci sei più

c’eri una volta

e ora non bruci tu

dentro al petto

e nel letto

dove amore fingevi … su

ti ho scoperta da molto

e c’eri una volta e ora non ci sei più

ora rido se ci penso

perché sto bene

e tutto ha un senso

senza te

dici “ti odio”

ma anche se non l’ho detto

ti odio io

“mio dio”

dici tu con le mani sul capo

ma premo il tasto invio

vado a capo

ti dimentico

ma non dimentico

c’eri una volta

e ora non ci sei più

c’eri una volta

e ora non bruci tu

dentro al petto

e nel letto

dove amore fingevi … su

ti ho scoperta da molto

e c’eri una volta e ora non ci sei più

ora rido se ci penso

perché sto bene

e tutto ha un senso

senza te

perché

era una bella fiaba

che vivevi solo tu

tu vivevi un sogno

e io vivevo un incubo

entrambi dormivamo

io ti miglioravo

e tu mi peggioravi

io ti amavo e

tu mi distruggevi

fingevi

come tutte

quelle dietro te

dentro me cresceva il dolore

adesso è diventato sapore

per un futuro migliore

dopo di te il meglio

dietro te il peggio

tu al centro come lo zero

sotto zero e negativo

sopra lo zero

positivo

come questo pensiero

e lo zero vuol dire proprio

niente

e c’eri una volta

e ora non ci sei più

c’eri una volta

e ora non bruci tu

dentro al petto

e nel letto

dove amore fingevi … su

ti ho scoperta da molto

e c’eri una volta e ora non ci sei più

ora rido se ci penso

perché sto bene

e tutto ha un senso

senza te

2011 – 23/08/2013 ORE: 01:01

NATI SOLI

Testo ispirato a una mia riflessione intitolata “Pensieri 5” che pubblicherò in futuro

NATI SOLI
Nasci e non te ne rendi conto
in quel momento sei solo
tu nelle mani di dottori
sembra ieri
ma come oggi
“mamma dov’eri?”
sotto anestetico
non c’eri
come oggi
sotto shock
tu sei pazza
per me fu shok
come se fossi morta
e non sento più niente
come quando a tutto volume ascolti
rock
traduco
inglese-rock
italiano-duro
come il cazzo
o come la vita
e se ne esci vivo
sei puro
perchè
siamo nati soli
anche in mezzo alla gente
siamo soli
dentro case piene di gente
che sono
solo immagini riflesse
nel niente
quel niente sei tu
che non capisci
siamo nati soli
e moriremo
soli
forse non dovrei parlare così
sono fortunato
nell’essere amato
ricambiato
ricambiando
in modo tale
che l’aria sporca resti fuori
e dentro rimanga solo
aria pulita e il profumo dei fiori
ma non esistono certezze
e io al mondo ho visto solo schifezze
credo in tutto quello che ho
ma non è detto
che qualcosa non vada storto
e corto il passo
tra odio e amore
tra gioia e dolore
e anche se non succedesse niente mai
so che
siamo nati soli
anche in mezzo alla gente
siamo soli
dentro case piene di gente
che sono
solo immagini riflesse
nel niente
quel niente sei tu
che non capisci
siamo nati soli
e moriremo
soli
nel migliore dei casi
nel letto
da vechhi
con la mano di qualcuno
al petto
e altra gente
che finge di piangere
sperano
che in futuro io
non diventi spettro
e nel momento in cui chiuderai gli occhi
non vedrai più nessuno
perchè
siamo nati soli
anche in mezzo alla gente
siamo soli
dentro case piene di gente
che sono
solo immagini
riflesse
nel niente
quel niente sei tu
che non capisci
siamo nati soli
e moriremo
soli
e nella solitudine ho visto gente ammalarsi
e nella solitudine vedo gente annoiarsi
e nessuno crea
aspettano
siano gli altri
add’ alzarsi per primi
e non si alza nessuno
come quando si sbaglia
non lo ammette nessuno
come quando dici
siamo soli
non ci crede nessuno
e sembra terribile
un posto con uomo
solo
invece io mi son salvato
perchè in mezzo a queele mura
ero un uomo solo
me la sono cercata quella situazione
me la sono cavata in quella situazione
perchè
siamo nati soli
anche in mezzo alla gente
siamo soli
dentro case piene di gente
che sono
solo immagini riflesse
nel niente
quel niente sei tu
che non capisci
siamo nati soli
e moriremo
soli
soli
e accettarlo ci salvera tutti
soli soli
siamo soli
con i nostri pensieri
questo è oggi
come ieri
siamo nati soli
e domani
moriremo soli.
16/04/13
ore 22:28

SEMPRE IN GUERRA

SEMPRE IN GUERRA

Ti alzi la mattina
e già il cuore
è un mitragliatore
ti vengono pensieri strani
nascondili come un attore
hai paura di essere sparato
è per questo che sei stato addestrato
ma questo campo minato di pensieri
in cui hai appena camminato
non è mai esistito
forse tu l’hai creato
e dentro me è una guerra
di dubbi e fiori
la verità è che io
ho paura di tutto
ma non reagisco nascondomi
io faccio la guerra
e sono sempre in guerra
anche in missione di pace
sono sempre in guerra
e ti rispondo male,se solamente tu ti azzardi a mirare
Ti senti addosso l’ansia
di un bombardatore
sei uomo bomba
che in aeroporto
teme di essere scoperto
bum
salti in aria
ancora prima di deciderlo
perché la bomba è collegata al tuo cervello
ma lo scoppio lo hai sentito solo tu
non è successo niente
è che
dentro me è una guerra
di dubbi e fiori
la verità è che io
ho paura di tutto
ma non reagisco nascondomi
io faccio la guerra
e sono sempre in guerra
anche in missione di pace
sono sempre in guerra
e ti rispondo male,se solamente tu ti azzardi a mirare
ma nessuno sta mirando e tu scoppi davvero
e il risultato del botto
non è nulla di grave
se poi provi a pensare
che ti sei preso male
e intorno a te
c’è più pace che mai
e che dentro te sei
ancora in guerra
sempre in guerra
e fermati fermati
fermati
fermati.
13:29 16.03.12